Questo sito utilizza i cookies e le variabili di sessione per migliorare la tua esperienza di navigazione offrendoti un servizio personalizzato. La navigazione sul nostro sito ne comporta l'automatica accettazione. Per ottenere ulteriori informazioni, ti invitiamo a prendere visione della nostra Cookie Policy.

  • Home
  • Convivere con la malattia. Si può

Convivere con la malattia

In viaggio

in-viaggioIn linea generale, non ci sono particolari ragioni che impediscano a chi soffre di scompenso cardiaco di viaggiare. È sempre opportuno attenersi a buon senso e prudenza, utili a modulare la durata e le caratteristiche del viaggio in funzione delle condizioni di salute.

Di seguito, alcuni consigli.
Nessun ostacolo ai viaggi aerei, ma bisogna ricordare che nei pazienti con uno scompenso cardiaco grave i voli lunghi possono causare problemi come disidratazione o edemi agli arti inferiori. A volte, inoltre, la fase più faticosa dei voli è costituita dai lunghi percorsi a piedi negli aeroporti.
Andrebbero evitati i soggiorni in località troppo calde e umide o, al contrario, eccessivamente fredde, nonché in quelle oltre i mille metri di altitudine. Anche in viaggio, bisogna mantenere, nei limiti del possibile, lo stile di vita e i comportamenti alimentari ai quali si è abituati.

Leggi tutto

CONTATTI

AISC Associazione Italiana Scompensati Cardiaci
Telefono: +39 3387473575 – 06 54220296
Fax 06 99 36 76 13
Email: segreteria@associazioneaisc.org

iscriviti-alla-associazione

iscriviti-alla-newsletter

AISC Logo
Con il contributo non condizionato di: 
medtronic
Con la sponsorizzazione di
Novartis Logo
bayer
 
 
 
great italy logoFull Colour iHHub Logo Landscapelogo Pollica 1logo CSDM