Questo sito utilizza i cookies e le variabili di sessione per migliorare la tua esperienza di navigazione offrendoti un servizio personalizzato. La navigazione sul nostro sito ne comporta l'automatica accettazione. Per ottenere ulteriori informazioni, ti invitiamo a prendere visione della nostra Cookie Policy.

Ascoltare, riconoscere, gestire

ascoltare-gestire-riconoscereSpesso le persone che soffrono di scompenso cardiaco non riescono a gestire autonomamente la propria condizione e possono non essere più in grado di compiere fisicamente le azioni che svolgevano quotidianamente.

La dieta e gli accorgimenti raccomandati dal medico, inoltre, possono confondere le idee e i farmaci prescritti essere inizialmente un serio ostacolo. In relazione a questi aspetti il sostegno dei familiari e delle persone care può essere fondamentale.

Alcuni suggerimenti per coloro che si dedicano all’assistenza delle persone affette da scompenso cardiaco:
Dialogo
Parlare con loro di ciò che provano, di sentimenti e paure, senza però forzarli in alcun modo, aspettando che siano loro a scegliere di condividere le proprie emozioni.

Sostegno
Coinvolgere anche altri membri della famiglia nell’assistenza, così da mantenere vivi i rapporti ed evitare che il paziente si senta isolato; stimolare il paziente a conoscere e capire tutti gli aspetti relativi alle cure e alla gestione della condizione che oi lo spaventano o sui quali nutre dubbi; aiutarlo a comprendere il percorso terapeutico e i suoi obiettivi per favorire l’aderenza alle cure; incoraggiarlo a entrare a far parte di un gruppo di pazienti e/o a partecipare ad attività e iniziative che mantengano vivo l’interesse e il desiderio di apprendere; assicurarsi che dorma a sufficienza.

Aiuto
Aiutarlo ad aumentare l’attività fisica e svolgere regolari esercizi, anche solo pochi minuti al giorno, per migliorare l’umore e ridurre l’ansia (può essere utile rivolgersi a un centro di riabilitazione cardiaca per programmi mirati).

Anche se può sembrare superfluo, un’utile raccomandazione per i caregiver è quella di prendersi cura di se stessi: lo scompenso cardiaco è una condizione permanente e, per poter garantire assistenza e supporto a lungo termine per i pazienti, è necessario innanzitutto essere in salute ed evitare sforzi, fisici e psicologici, eccessivi.

CONTATTI

AISC Associazione Italiana Scompensati Cardiaci
Telefono: +39 3387473575 – 06 54220296
Fax 06 99 36 76 13
Email: segreteria@associazioneaisc.org

iscriviti-alla-associazione

iscriviti-alla-newsletter

AISC Logo
Con il contributo non condizionato di: 
medtronic
Con la sponsorizzazione di
Novartis Logo
bayer
 
 
 
great italy logoFull Colour iHHub Logo Landscapelogo Pollica 1logo CSDM