Questo sito utilizza i cookies e le variabili di sessione per migliorare la tua esperienza di navigazione offrendoti un servizio personalizzato. La navigazione sul nostro sito ne comporta l'automatica accettazione. Per ottenere ulteriori informazioni, ti invitiamo a prendere visione della nostra Cookie Policy.

Domande frequenti
  • Home
  • L’ESPERTO RISPONDE
  • Domande frequenti
  • Sono portatrice di pacemaker dall'anno 2008, mastectomia seno sinistro anno 2013, età 65 anni, invalidità al 67%, posso richiedere il contrassegno invalidi? All' Asl di residenza a cui ho fatto la richiesta, mi hanno detto che non avevo diritto sono stata
  • Sono portatrice di pacemaker dall'anno 2008, mastectomia seno sinistro anno 2013, età 65 anni, invalidità al 67%, posso richiedere il contrassegno invalidi? All' Asl di residenza a cui ho fatto la richiesta, mi hanno detto che non avevo diritto sono stata trattata come una mistificatrice, non meritavo di essere trattata tale. La mia dignità di persona e di portatrice di pacemaker, è stata offesa e umiliata. Non ho avuto episodi di scompenso cardiaco ma di arresto cardiaco di 3° Bav , è la stessa cosa? Scusate dunque la mia incompetenza al riguardo. Grazie dell'attenzione che vorrete prestarmi, Vi saluto cordialmente

    Gent.mo Sig.****,

    Il contrassegno può/ deve essere richiesto al servizio di medicina legale della asl di residenza prendendo appuntamento con il medico dedicato a questo servizio; il medico prescriverà accertamenti specialistici rapportabili alle patologie del paziente, nel Suo caso visita cardiologica e visita oncologica da eseguire in struttura pubblica.

    Con la/le certificazioni richieste si tornerà dal medico legale prescrittore che deciderà o meno per il rilascio del contrassegno.

    Non esistono altre procedure.

    Altre procedure e maleducazione fanno purtroppo parte dell' incompetenza e del malcostume di alcuni operatori di ogni settore.

    Nessuno può avocarsi il diritto di emanare un giudizio di appropriatezza senza visitare il richiedente.

    Pertanto, potrà esplicitare quanto accaduto scrivendo all'Urp( ufficio relazioni pubbliche) della propria Asl.

    Per quanta riguarda la Sua patologia, lo scompenso cardiaco ed l’arresto cardiaco da bav terzo grado non sono sinonimi poiché sono due patologie distinte.

    Sperando di esserLe stati utili, cogliamo l'occasione per porgere cordiali saluti

CONTATTI

AISC Associazione Italiana Scompensati Cardiaci
Telefono: +39 3387473575 – 06 54220296
Fax 06 99 36 76 13
Email: segreteria@associazioneaisc.org

iscriviti-alla-associazione

iscriviti-alla-newsletter

AISC Logo
Con il contributo non condizionato di: 
medtronic
Con la sponsorizzazione di
Novartis Logo
bayer
 
 
 
great italy logoFull Colour iHHub Logo Landscapelogo Pollica 1logo CSDM